Lo stato dell'ambiente, la nostra salute ei livelli di equità sociale sono strettamente correlati. Il ruolo svolto dai comportamenti individuali nel passaggio a società più sostenibili è stato sottovalutato e può essere un potente punto di ingresso per il cambiamento. Molte misure per proteggere l'ambiente migliorano anche la nostra salute e allo stesso tempo riducono le disuguaglianze, ma è necessario lavorare per sfruttare appieno e sviluppare i benefici combinati.

Questi sono alcuni dei risultati presentati nel Rapporto di base INHERIT lanciato oggi, che indaga i legami tra comportamento, salute, ambiente e resilienza sociale. Il rapporto esamina cosa si può fare per incoraggiare stili di vita, che proteggono l'ambiente e promuovono l'equità della salute concentrandosi sul modo in cui viviamo, ci muoviamo e consumiamo. Si basa su una revisione della letteratura scientifica e inquadrata dal modello INHERIT presentato nel rapporto.

il Rapporto di base INHERIT, guidato dal RIVM, l'Istituto olandese per la salute pubblica e l'ambiente, è stato prodotto da un consorzio di 18 organizzazioni ed esperti di diverse discipline (salute pubblica, ambiente, economia, tecnologia, scienze sociali, psicologia, comunicazione) come parte di il progetto INHERIT finanziato da Horizon2020, coordinato da EuroHealthNet.

“Per creare la crescita europea e raggiungere gli obiettivi internazionali di sostenibilità, il cambiamento di comportamento deve essere abilitato e incorporato nei piani strategici dell'Europa. Lo sviluppo di ambienti sani è la chiave per un futuro equo e sostenibile” ha affermato Caroline Costongs, Direttore di EuroHealthNet.

Il rapporto spiega come i nostri modelli di crescita economica "prendi, fai, consuma, smaltisci" generano inquinanti e modellano stili di vita caratterizzati da consumi eccessivi, mancanza di attività fisica, alti livelli di consumo energetico e mancanza di contatto con lo spazio verde. Di conseguenza, affrontiamo livelli crescenti di malattie croniche come le malattie cardiovascolari, in particolare tra i gruppi più poveri. Coloro che sono meno abbienti non possono sfuggire alle conseguenze della scarsa qualità della vita, che alimenta le disuguaglianze sanitarie.

C'è spazio per l'ottimismo, poiché c'è una crescente consapevolezza della necessità di cambiamento. Il rapporto tra comportamento individuale e sociale e settore pubblico e privato è interconnesso e modificabile da politiche e azioni; le persone cambiano i comportamenti quando hanno la motivazione, la capacità e l'opportunità di farlo.

Brigit Staatsen, autrice principale di RIVM, ha aggiunto: “Una serie di politiche e pratiche descritte nel Rapporto di base INHERIT, ad esempio per aumentare la disponibilità e l'uso di spazi verdi nelle aree urbane, promuovere la bicicletta e ridurre i livelli di consumo di carne, mirano a creare tali ambienti per il cambiamento. La sfida è rafforzare e ampliare le iniziative "triple-win" più promettenti, quelle che supportano l'ambiente, la buona salute e l'equità allo stesso tempo”.

Per visualizzare il rapporto di base, il rapporto di riepilogo allegato e per saperne di più su INHERIT, visitare www.ereditarietà.eu

Per iscriverti alla newsletter INHERIT cliccare qui.

EREDITARE

Leggi di più su INHERIT qui.

EuroHealthNet

EuroHealthNet è una partnership europea per la salute, l'equità e il benessere. EuroHealthNet è una partnership senza fini di lucro di enti pubblici che operano a livello locale, regionale, nazionale e internazionale in tutta Europa. La nostra missione è aiutare a costruire comunità più sane e affrontare le disuguaglianze sanitarie all'interno e tra gli Stati europei.