Il 27 aprile 2018 l'Alleanza dell'UE per gli investimenti nei bambini ha ospitato un evento collaterale alla Convenzione annuale per la crescita inclusiva sul "valore aggiunto dell'UE derivante dall'investimento nei bambini e nei giovani in situazioni vulnerabili". Questo è stato organizzato da Don Bosco International, Eurochild, EuroHealthNet e Save the Children International. L'evento mirava a condividere le buone pratiche per elaborare modi efficaci per attuare il pilastro europeo dei diritti sociali (EPSR); ciò è stato previsto con due progetti concreti integrati da importanti risultati della ricerca sui vantaggi dell'investimento nei bambini.

Discussioni:

Attingendo alle pratiche concrete e ai risultati della ricerca, in cui l'empowerment, la partecipazione, l'accesso a servizi di qualità a prezzi accessibili e la priorità delle risorse erano componenti chiave, ai partecipanti è stato chiesto di suggerire come implementare efficacemente il pilastro europeo dei diritti sociali per migliorare gli investimenti nei bambini. Questo è stato discusso in tre discussioni parallele:

  • Quali sono le lezioni apprese da un ambiente che dà potere, il suo impatto sullo sviluppo dei bambini e sul loro contributo alla società? Come possiamo integrare meglio un tale approccio basato sui diritti nella nostra elaborazione delle politiche a diversi livelli?
  • Quali strategie dovrebbero essere messe in atto a diversi livelli per promuovere l'inclusione sociale di tutti i bambini, ottenendo i migliori risultati possibili per i bambini, e in particolare per i bambini in situazioni vulnerabili, attraverso l'attuazione dell'EPSR e come previsto negli SDGs?
  • In che modo il prossimo quadro finanziario pluriennale (QFP), ovvero il bilancio dell'UE, può includere risorse per raggiungere questi bambini e giovani?

Messaggi chiave:

Investire nei bambini e nei giovani in situazioni vulnerabili richiede:

  • L'attuazione energica e olistica dell'Agenda 2030, del pilastro europeo dei diritti sociali e della raccomandazione sugli investimenti nei bambini.
  • Applicare un approccio al ciclo di vita all'investimento sociale e alla protezione sociale.
  • L'adozione di strategie e piani d'azione nazionali per la riduzione della povertà con un forte sostegno a livello dell'UE.

Ciò può essere realizzato attraverso un ambizioso QFP post-2020 che abbia come priorità chiara e visibile la riduzione dell'esclusione sociale e della povertà dei bambini.

Trova il resoconto dell'evento qui.